Lo spiritismo a Milano e i fantasmi del Parco Sempione

La seconda metà dell’Ottocento fu caratterizzato da un grande interesse per i fenomeni “spiritici”. Anche Milano non fu immune a questo interesse e in tale contesto si collocano la storia di Eusapia Palladino e una serie di esperimenti condotti in città sul finire del secolo.

La medium contribuì alla spettacolarizzazione del fenomeno che si stava diffondendo in ogni città d’Europa e d’America, risvegliando in città l’interesse per i fenomeni psichici e stimolando la ricerca da parte di noti scienziati dell’epoca, quali Cesare Lombroso. A Milano si ebbe anche l’avvio di una rivista specializzata, la celebre “Luce e Ombra”, il cui sostegno finanziario fu garantito dall’industriale milanese Achille Brioschi.

Scopri le date

Un viaggio a ritroso nel tempo, per riscoprire gli interessi esoterici ottocenteschi di una città che ha sempre badato al sodo e poco incline a parlare pubblicamente di fantasmi e presenze, ma che da sempre ha avuto un interesse nascosto per l’occulto e il mistero. Basti pensare ai riti propiziatori medievali che venivano praticati durante la notte dei Morti per allontanare gli spiriti negativi bruciando ginepro in quello che è ora il Parco Sempione.

Proprio all’interno del cuore verde della città, una visita guidata notturna del parco per scoprire non solo alcuni suoi luoghi suggestivi, come la fonte di acqua marcia e il ponte delle Sirene, ma anche per ripercorrere le antiche tradizioni meneghine e lo spiritismo Ottocentesco milanese, e per conoscere le storie di tutte le anime che infestano il Parco…e chissà se qualcuno di loro non si farà vedere tra le ombre degli alberi al chiaro di luna…

Per informazioni su date, visite private o altro